Le radici della Nefrologia Torinese - Michele Rotunno

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le radici della Nefrologia Torinese

Area Nefrologica


La storia della Nefrologia Torinese nel complesso ospedaliero-universitario delle "Molinette"
Le Radici


Michele Rotunno

Pubblicazione edita a stampa nel settembre 2008 - Casa Editrice EDITO - proposta e favorita dal dott. Giorgio Triolo, distribuita al 26° Congresso Interregionale Piemonte e Valle d’Aosta - Torino, in occasione del cinquantenario della SIN - Società Italiana di Nefrologia.


Introduzione
La Nefrologia Piemontese è come una pianta che ha avuto un rapido e rigoglioso sviluppo negli ultimi decenni, traendo linfa da molteplici radici, tutte molto importanti.
Ciascun Centro ha una storia a se stante che meriterebbe di essere raccontata, con esperienze ed episodi interessanti, personaggi caratteristici ed aneddoti curiosi.
In questo volume mi sono limitato a presentare date, eventi ed immagini, solo di alcune di quelle voluminose e profonde radici, che affondano nel terreno nel quale sono cresciuto e dove ho espletato tutta la mia vita lavorativa, le “Molinette” di Torino.
Questa sorta di annuario fotografico dal taglio storico-cronistico presenta un elenco forzatamente parziale di nomi, date ed eventi, che certamente esclude molti protagonisti, coi quali mi scuso in anticipo.
In Clinica Medica, ho avuto occasione di poter raccogliere, da anonimo osservatore con un ruolo non competitivo, posto in una posizione strategica, i racconti e le confidenze di quei medici,  allievi ed infermieri che trovavano momenti di pausa in quell’unica area franca, il Laboratorio, non governata dalla severa suora caposala, in quello che all’epoca era  uno dei “Santuari” della Medicina Torinese.
L’impostazione scelta non ha purtroppo consentito di riportare pienamente l’atmosfera che si respirava allora, quando i  potenti “baroni” governavano schiere di “vassalli”, prima di vedere il loro potere vacillare sotto la spinta dei turbinosi venti sessantottini.  E’ stato un periodo di transizione tumultuoso, ricco di eventi importanti, di episodi spesso esaltanti, a volte sconfortanti, talora tragici, in qualche occasione persino eroici, di aneddoti divertenti, ai quali ho potuto assistere o che ho sentito raccontare dai molti protagonisti, alcuni dei quali non più tra noi.
Mentre per la parte più remota, la consultazione degli archivi universitari ed ospedalieri ha consentito di far emergere documenti ufficiali con indicazioni spero sufficientemente precise, per l’epoca più recente, l’impossibilità di accedere alla documentazione amministrativa, per i limiti imposti dalle norme sulla privacy, ha costretto ad una ricostruzione cronologica basata quasi solo sulla memoria, la cui labilità ha certamente indotto a qualche imprecisione ed a qualche dimenticanza, certamente non voluta, per le quali nuovamente mi scuso.
Ringrazio quanti hanno collaborato fornendo notizie ed immagini ed incrociando i lori ricordi per la ricostruzione cronologica.

Michele Rotunno


Apri (pdf)

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu